Tecno Energysun Notizie Carriera Chi siamo Contatto
Tecno Energysun by L'Arca S.c.a.r.l.

Tecno Energysun by L'Arca S.c.a.r.l.© per i propri progetti di bioedilizia e bioarchitettura ha scelto Lumar come partner tecnologico

Cosa è una casa passiva e quali sono i suoi vantaggi....

 

Le case passive sono costruzioni nelle quali la temperatura ambientale adatta viene raggiunta d'inverno senza il bisogno di un particolare sistema di riscaldamento centrale e d'estate senza condizionatori d'aria e con un consumo energetico estremamente basso. Il bisogno di calore per il riscaldamento viene limitato a 15 kWh/(m²a) ed il bisogno primario di energia, inclusa l'acqua calda e l'elettricità, a 120 kWh/(m²a). l'impiego di componenti tecnologiche adeguate offre un maggiore comfort abitativo nella casa passiva e la conseguente protezione della struttura.

 

Il sistema di aerazione con il recupero di calore provvede alla fornitura costante di aria fresca senza causare correnti d'aria (la temperatura d'entrata nell'ambiente non è inferiore ai 17°C) e senza che gli abitanti debbano occuparsene attivamente.  La fornitura di aria fresca secondo DIN 1946 (30 m³/h per persona nell'edificio) non dovrebbe venir superata, altrimenti l'aria d'inverno diventa troppo secca. Questo impianto non deve essere confuso pero’ per un climatizzatore e, per motivi d'igiene bisogna evitare l’inumidimento dell'aria nel sistema di ventilazione.

 
I presupposti per impedire la condensazione e la formazione di muffa sono la costante ventilazione mediante l'impianto d'aerazione meccanico con il recupero di calore, come pure il montaggio di tutte le componenti esterne ad alto isolamento senza ponti termici. In specialmodo su porte e finestre bisogna usare i profili termoisolanti, i vetri termoisolanti tripli ed i distanziatori termicamente separati nella giuntura al bordo del vetro (non alluminio!).

 

Onde garantire l'aerazione ed il riscaldamento, come per impedire danni strutturali causati dalla formazione di umidita’, è necessaria un'ottima tenuta dell'edificio che deve esser confermata con il cosiddetto Blower-Door test. La modifica della pressione dell'aria a 50 Pascal di differenza di pressione deve essere limitata a 0,6 volte del volume di aria all'ora.  

I coefficienti di conduttività termica (U-valori) si aggirano sui 0,15 W/(m 2K), nelle singole case familiari anche diverse volte sotto i 0,10 W/(m 2K).

 

Bisogna anche utilizzare le vetrate del valore U g- sotto i 0,80 W/(m 2K) e con un alto grado di permeabilità dell'energia complessiva (g = 50 %), in modo da consentire l'ottenimento del calore anche d'inverno. Nella giuntura al bordo del vetro bisogna utilizzare i distanziatori termicamente separati e non l'alluminio!

Il coefficiente di calore degli impianti di aerazione (λ WRG) deve superare il 75 %.

 

Bisogna limitare l'utilizzo di energia elettrica per i ventilatori ed i comandi a 0,45 Wh/m³ del volume di aria trasportata.

 

Il solo montaggio delle singole componenti per la casa passiva non è ancora sufficiente per trasformare un edificio in casa passiva:  a causa dell'interazione tra le componenti è necessaria una progettazione integrale con la quale raggiungere lo standard per le case passive. Ciò avviene quando il calcolo secondo il pacchetto delle case passive (PHPP) prova il rispetto dei limiti delle case passive, il che significa:

 

energia termica                                   15 kWh/(m 2a)

cambiamento della pressione dell'aria n 50       0,6 h -1

consumo energia primaria                                  120 kWh/(m 2a)


Segue »





per informazioni e preventivi

chiama

Numero Unico 199 44 61 71


per verificare lo stato della tua pratica

chiama

Numero Verde 800 912 276